Nel mondo in cui la democrazia, l’attivismo e la libertà di parola diventano valori sempre più importanti (e sempre più in pericolo), il teatro non dovrebbe essere un luogo dove si dovrebbe rimanere passivi e silenziosi e accettare tutto ciò che viene detto.

Joined Forces: Audience Participation in Theatre”, a cura di Anna R. Burzynska e Florian Malzacher

About

Un progetto di arte partecipata sui processi decisionali e sul senso di comunità: i partecipanti sono invitati a vivere un momento di sospensione, durante il quale sperimentare nuovi modi per discutere i principi base di qualsiasi società umana. Una bolla tribale che attraversa il mondo e la mentalità occidentale, per ricordare a ognuno di noi il ruolo che possiamo avere nelle realtà sociali di riferimento, siano essi un quartiere, una famiglia o la politica.

Se potessimo disegnare da zero una comunità, dovremmo decidere come organizzarla, e per farlo bisogna accordarsi. Potere, risorse, giustizia, relazioni: punti cardine del nostro mondo, da rivedere con occhi nuovi. Pop-up Civilisation è stato sviluppato per due anni, e nella sua ultima fase di creazione è stato fortemente influenzato e ispirato dalla crisi COVID, che è stata colta come un’occasione per valorizzare le potenzialità del progetto.

Credits

Concept e direzione artistica // Matteo Lanfranchi
Dramaturg // Aneta Fodorová
Sound Design // Roberto Rettura
Set design // Fabrice Deperrois, assistito da e Tim Hinam e Pauline Thébault – collettivo Les Plastiqueurs
Performer versione francese // Nadia Sahali et Yann Berthelot

Assistenza laboratori // Beatrice Cevolani
Organizzazione // Isadora Bigazzi
Supervisione scientifica // Alessandra Frigerio, PhD in Psicologia sociale, cognitiva e clinica

Produzione // Atelier 231 (Francia), La Strada Graz (Austria), 4+4 Days in Motion (Repubblica Ceca), Festival di Terni (Italia), ODA (Kosovo), Uz Arts (UK), Effetto Larsen, Reverb

Un progetto inizialmente commissionato nel 2018 da Neil Butler (Uz Arts – Glasgow)