IMMAGINI // TRAILER // VIDEO // STAMPA // SCHEDA
eng // back // home

ELOGIO dEL DISAGIO // 2010

Elogio del disagio è un vaudeville scassato, un assurdo varietà metaforico. È la terza e ultima tappa del progetto Dukkha, e ha come oggetto l'ineluttabilità. Il tema viene affrontato con ironia e leggerezza: come insegna Beckett, principale fonte di ispirazione del lavoro, "niente è più comico dell'infelicità". Due figure si relazionano con uno spazio governato da un sistema di regole scandite da ordini impartiti da una voce fuori campo. Obbedendo, divengono artefici del loro stesso gioco, un assurdo percorso fatto di ripetizioni e didascalie, di gesti meccanici e di tempo che non scorre. Due corpi, molti oggetti e un meccanismo che si disfa nel suo ripetersi, rendendo assurdo e ridicolo il rapporto tra ordini ed esecuzioni. La fine è certa, inevitabile. Forse, in fondo, non così terribile.

CAST

progetto e regia // Matteo Lanfranchi
con // Francesca Di Traglia, Matteo Lanfranchi
sound design // Roberto Rettura
consulenza sonora // Diego Schiavo
light design // Antonio Zappalà
foto // Lucia Puricelli


PRODUZIONE

produzione // Effetto Larsen, Danae Festival/Progetto Ares
co-produzione // Teatro Inverso/Residenza Idra, Danae Festival/Progetto Ares
in collaborazione con // La Corte Ospitale "Forever Young?"/Progetto residenziale